Opera Filosofica Nomade

Intro_(scavando nella memoria) [torino]: In una di quelle mattine in cui svegliarsi coincide con smaltire, trovai sulla scrivania di Dario un biglietto: “guarda queste cassette”. Doveva essere il 2007. Il treno lo avrei avuto parecchie ore dopo. Consumai quell’attesa divorando nastro su nastro. In estrema sintesi fu così che partì una lunga amicizia e un indefinito peregrinare. |Prefazione Un corpo filmico con parole in abbondanza per stenderne un “resoconto sinottico”. Una deriva filmata agli estremi (mancanti-assenti) del concetto di rappresentazione. Un inseguimento intuizionale per parole concetti quali:Luogo- Moltitudine- Eterotopia – Pragma – Capannoni. Cine.reincorporazione di un’opera filosofica in corso di definizione. Mentre tutto il resto resta tale (?)[al.ga].||| Prefazione 2 Macchina celibe per eccellenza, refrattaria a qualsivoglia privilegio autoriale, impermeabile addirittura alla parola scritta e alle regole base della trasmissione del contenuto, l’Opera Filosofica Nomade si propone come una sorta di esperimento pre-socratico, teso all’identificazione dei punti di fuga teoretici, dei paradossi e delle domande fondamentali, in bilico tra la celebrazione misterica e la seduta terapeutica, momento in cui il territorio della discussione si delinea via via grazie all’attrito dei punti di vista (fino al pensiero dell’indigenza), dei bisogni e della superficie significante dei soggetti in gioco. Rifiutandosi ad ogni apodissi, alla dialettica in tutte le sue forme e all’autoritarismo degli enunciati filosofici, l’Opera Filosofica Nomade comunica innanzitutto il piacere dell’argomentazione metafisica, coinvolgendo il pubblico nell’ebbrezza dell’articolazione del pensiero, dei suoi progressivi avvicinamenti-allontanamenti dal senso, nell’alchimia della parola e nell’attraversamento di terre incognite, di tradizioni e miti, grazie ad un disinvolto surfare sulla superficie arcaica di teorie e patrimoni della storia della civiltà e della cultura. [Prefazione 1 malastradafilm, Prefazione 2 guido costa]|||dice Leopoeto: Il superficiale disse al profondo: Vieni un pò quassù che sennò ci casco dentro. |

Alla Grecia

Alla Grecia. Alla Caduta di Atene. Alla rivoluzione che viene. Che suonino per le notti a venire le note della festa dei popoli.

/ 2 Comments

Alla Grecia

Alla Grecia. Alla Caduta di Atene. Alla rivoluzione che viene. Che suonino per le notti a venire le note della festa dei popoli.

/ 2 Comments

Alarm

L’Anthology Film Archive di New York dedica dal 7 al 10 Maggio (‘015) un focus sulla trasmissione di Rai Tre Fuori Orario. Dietro invito della redazione notturna per eccellenza e in collaborazione con @diffusioneZomia, abbiamo contribuito ai quattro giorni di

/ No comments

Alarm

L’Anthology Film Archive di New York dedica dal 7 al 10 Maggio (‘015) un focus sulla trasmissione di Rai Tre Fuori Orario. Dietro invito della redazione notturna per eccellenza e in collaborazione con @diffusioneZomia, abbiamo contribuito ai quattro giorni di

/ No comments

We are the first people that can be the last

Per l’occasione della proiezione a New York di Alarm, scrivevamo a Marco, come spesso capita in queste occasioni, chiedendo se volesse recapitare senso oltreoceano con alcune righe. Abbiamo ricevuto quanto segue.

/ No comments

We are the first people that can be the last

Per l’occasione della proiezione a New York di Alarm, scrivevamo a Marco, come spesso capita in queste occasioni, chiedendo se volesse recapitare senso oltreoceano con alcune righe. Abbiamo ricevuto quanto segue.

/ No comments

La prescomunica

Egregio Phasmartista,                       turista dell’essere pieno di resoconti, ci dispiace comunicarLe che i posti laterali per “la giornata filosofica” sono esauriti. Purtroppo sono rimasti solo posti in piedi centrali per l’evento a venire rivoluzionario/trasfigurante. Siamo costretti con falso rammarico a respingere

/ No comments

La prescomunica

Egregio Phasmartista,                       turista dell’essere pieno di resoconti, ci dispiace comunicarLe che i posti laterali per “la giornata filosofica” sono esauriti. Purtroppo sono rimasti solo posti in piedi centrali per l’evento a venire rivoluzionario/trasfigurante. Siamo costretti con falso rammarico a respingere

/ No comments

Arte per artisti

  Opera Filosofica Nomade : Arte per artisti : 46 minuti In copertina: particolare di una scultura di Diego Scroppo.  

/ One Comment

Arte per artisti

  Opera Filosofica Nomade : Arte per artisti : 46 minuti In copertina: particolare di una scultura di Diego Scroppo.  

/ One Comment

L’ anticristo corre su suole squarciate

Per intendere in che senso vanno i discorsi di Claudio si deve guardare a un pensiero che unifichi biografia e teoria, non per nessi causali sociologici, psicologici eccetera, ma (in un modo che più avanti cerchiamo di indicare) attribuendo nella

/ No comments

L’ anticristo corre su suole squarciate

Per intendere in che senso vanno i discorsi di Claudio si deve guardare a un pensiero che unifichi biografia e teoria, non per nessi causali sociologici, psicologici eccetera, ma (in un modo che più avanti cerchiamo di indicare) attribuendo nella

/ No comments

Rendere un’immagine, Georges Didi-Huberman

Sulla via di Napoli, spunta questo testo che il filosofo “manda a dire”.Tutto pare filare liscio e come al solito, intrecciato, preciso, distantee compresente al tempo,  forse, come a dire contemporaneo. Il testo dice anche e soprattutto: Harun Farocki:  e chi poteva saperlo!

/ No comments

Rendere un’immagine, Georges Didi-Huberman

Sulla via di Napoli, spunta questo testo che il filosofo “manda a dire”.Tutto pare filare liscio e come al solito, intrecciato, preciso, distantee compresente al tempo,  forse, come a dire contemporaneo. Il testo dice anche e soprattutto: Harun Farocki:  e chi poteva saperlo!

/ No comments

Ecce Homo [10′ 47″]

un frammento di estate, a torino, nel ‘011.

/ No comments

Ecce Homo [10′ 47″]

un frammento di estate, a torino, nel ‘011.

/ No comments

Disponibilità allo smarrimento [16’30”]

Note: Torino, Piazza Castello, siamo venuti all’alba, in un’ora di silenzio, raccolta, propizia all’ascolto. Abbiamo portato vari materiali, un po’ a caso, non abbiamo un’idea precisa. Siamo disponibili all’ascolto.Dice Dario: “cosa siamo venuti a fare?” Come a compiere un rito,

/ No comments

Disponibilità allo smarrimento [16’30”]

Note: Torino, Piazza Castello, siamo venuti all’alba, in un’ora di silenzio, raccolta, propizia all’ascolto. Abbiamo portato vari materiali, un po’ a caso, non abbiamo un’idea precisa. Siamo disponibili all’ascolto.Dice Dario: “cosa siamo venuti a fare?” Come a compiere un rito,

/ No comments

E’ nello sguardo – manifesto a muro [8’24”]

Note: Forse l’ultimo filosofo deve straparlare perché qualcuno arrivi a dire “capita anche a me”. Qualcuno davanti ad una fabbrica nello smisurato informe d’autostrade e supermercati sperso nel sublime tra banca e macello da solo a dire (ma il frastuono

/ No comments

E’ nello sguardo – manifesto a muro [8’24”]

Note: Forse l’ultimo filosofo deve straparlare perché qualcuno arrivi a dire “capita anche a me”. Qualcuno davanti ad una fabbrica nello smisurato informe d’autostrade e supermercati sperso nel sublime tra banca e macello da solo a dire (ma il frastuono

/ No comments

Destino carattere e libertà [13’46”]

Note: “L’essere che non resta sotto se stesso, che non si presuppone a sé come un’essenza nascosta, che il caso o il destino sospingerebbero poi nel supplizio delle qualificazioni, ma si espone in esse, è senza residui il suo così,

/ No comments

Destino carattere e libertà [13’46”]

Note: “L’essere che non resta sotto se stesso, che non si presuppone a sé come un’essenza nascosta, che il caso o il destino sospingerebbero poi nel supplizio delle qualificazioni, ma si espone in esse, è senza residui il suo così,

/ No comments

Angoscia [4’44”]

Note: L’atmosfera “metafisica” in pittura implica l’ingrediente, il colore, l’affetto dell’angoscia, nella tavolozza. Non gridata come nell’espressionismo, ma sempre “sottile”. Angoscia, affetto filosofico per eccellenza: perché? Dove la pittura la addomestica a ingrediente, brivido piacevole, per domare lo sguardo con

/ No comments

Angoscia [4’44”]

Note: L’atmosfera “metafisica” in pittura implica l’ingrediente, il colore, l’affetto dell’angoscia, nella tavolozza. Non gridata come nell’espressionismo, ma sempre “sottile”. Angoscia, affetto filosofico per eccellenza: perché? Dove la pittura la addomestica a ingrediente, brivido piacevole, per domare lo sguardo con

/ No comments

Intorno ai capannoni [21’1″]

Note: Il fondamento della mia identità non è tanto nel patrimonio e bagaglio delle concatenazioni causali, biologiche genetiche ambientali che mi determinano, quanto lo spazio dell’incontro, il vuoto tra me e l’altro, in cui avveniamo, l’uno e l’altro, scaturiti nel

/ No comments

Intorno ai capannoni [21’1″]

Note: Il fondamento della mia identità non è tanto nel patrimonio e bagaglio delle concatenazioni causali, biologiche genetiche ambientali che mi determinano, quanto lo spazio dell’incontro, il vuoto tra me e l’altro, in cui avveniamo, l’uno e l’altro, scaturiti nel

/ No comments

Serata a Roma_Parte_1 [21’16”] Parte_2 [25’56”]

Parte 1 Parte 2 Note: Il ragazzo esce infuriato dicendo: “Quello millanta, ed è pazzo”. Rispondo: “Guarda a come ti tocca, se ti tocca e smuove qualcosa, quel che ha detto, ira e fastidio, quel che sia, è questo che

/ No comments

Serata a Roma_Parte_1 [21’16”] Parte_2 [25’56”]

Parte 1 Parte 2 Note: Il ragazzo esce infuriato dicendo: “Quello millanta, ed è pazzo”. Rispondo: “Guarda a come ti tocca, se ti tocca e smuove qualcosa, quel che ha detto, ira e fastidio, quel che sia, è questo che

/ No comments

Serata al Basaglia [18’12”] (to)

Note: All’assenza di senso rispondere per sottrazione di senso e non fornendo spiegazioni e “prese di coscienza” che suppliscano riempiendo il vuoto. Di questa supplenza c’è un mercato fiorente, ed anzi è proprio nel fatto che una pletora di merci,

/ No comments

Serata al Basaglia [18’12”] (to)

Note: All’assenza di senso rispondere per sottrazione di senso e non fornendo spiegazioni e “prese di coscienza” che suppliscano riempiendo il vuoto. Di questa supplenza c’è un mercato fiorente, ed anzi è proprio nel fatto che una pletora di merci,

/ No comments

L’oscenità “detta” legge

Nella precarietà permanente… Prendi una donna Pagala, cospargila di liquido inebriante e… LA SUGGI DA SOTTO LA PRENDI DA DIETRO NON è CONQUISTA-NON E’ LIBERO AMORE È MISERABILE SCHIAVITU’ DEL CAZZO Due informazioni biopolitiche: gli animali possiedono l’ambiente intorno, istintivamente,

/ No comments

L’oscenità “detta” legge

Nella precarietà permanente… Prendi una donna Pagala, cospargila di liquido inebriante e… LA SUGGI DA SOTTO LA PRENDI DA DIETRO NON è CONQUISTA-NON E’ LIBERO AMORE È MISERABILE SCHIAVITU’ DEL CAZZO Due informazioni biopolitiche: gli animali possiedono l’ambiente intorno, istintivamente,

/ No comments

Dispense Ofono

Caro malostrado, mi chiedi due righe. ma che cazzo di OFONO SEI?

/ No comments

Dispense Ofono

Caro malostrado, mi chiedi due righe. ma che cazzo di OFONO SEI?

/ No comments